FANDOM


Il Risveglio (seconda parte)
Il risveglio 3
Golia imprigionato nella pietra dal Magus
Informazioni tecniche
Stagione 1, Episodio 2
Titolo originale Awakening (Part 2)
Prima TV 25 ottobre 1994
Prima TV (Italia) 1996
Durata 19:50
Sceneggiatori
Informazioni personaggi
Personaggi Principali
Nuovi Personaggi
Navigazione Episodi
Precedente Successivo
Il risveglio (prima parte) Il risveglio (terza parte)
"A me è stato negato tutto! Tutto! Perfino la vendetta"
―Golia

Il risveglio (seconda parte) è il secondo episodio della serie animata Gargoyles, il risveglio degli eroi.
È stato trasmesso per la prima volta nel 1994 negli Stati Uniti e nel 1996 in Italia.

L'episodio fa parte della saga Il risveglio che raccoglie i primi cinque capitoli. In questo specifico episodio viene introdotto David Xanatos, uno dei principali antagonisti della serie.

TramaModifica

Golia e Hudson fanno ritorno al Castello di Wyvern e scoprono che tutti i gargoyles del loro clan sono morti e la loro casa è stata distrutta. Soltanto Brooklyn, Lexington, Bronx e Broadway si sono salvati dal massacro perché stavano scontando la punizione che Golia aveva assegnato loro.
Golia dà ordine di alzarsi in volo. Il loro obiettivo sarà quello di liberare gli umani prigionieri e ottenere così la loro vendetta.

Intanto il Capitano delle guardie e Hakon stanno riflettendo su cosa farsene dei prigionieri, ma vengono interrotti dall'attacco dei gargoyles. Il capo dei vichinghi è certo di subire una sconfitta per mano dei guerrieri di Golia e per questo cerca, con un folle gesto, di uccidere la Principessa Catherine. La nobile riesce a scappare, ma sfortunatamente si dirige verso un precipizio, dove i due traditori la catturano facilmente.
Nel frattempo i gargoyles hanno rapidamente la meglio sui guerrieri vichinghi, ma il Magus li incolpa di aver provocato la morte della Principessa e per evitare ulteriori danni da parte loro si serve di un potente incantesimo del Grimorum Arcanorum trasformandoli in pietra finché il Castello di Wyvern non salirà sopra le nuvole.

Golia, che non aveva combattuto con i suoi amici, riesce a salvare la Principessa, ma non ottiene la sua vendetta perché i suoi due nemici precipitano dalla scogliera mentre litigano tra loro. Catherine non fa in tempo a ringraziare il suo salvatore che arriva Tom, chiedendo l'aiuto di Golia per salvare gli altri gargoyles. Purtroppo non c'è nulla da fare. Il Magus capisce di aver commesso una pazzia, ma non può annullare l'incantesimo. Il capo clan fa allora due richieste: che accudiscano le uova del nido che stanno per schiudersi e che il Magus ripeta il suo terribile maleficio ancora una volta affinché lui possa condividere lo stesso destino dei suoi amici.

Nel 1994 il castello è ormai abbandonato e viene acquistato dal ricco industriale David Xanatos, che smonta pietra per pietra l'antico maniero per ricostruirlo in cima al suo grattacielo nel centro di Manhattan, rompendo in questo modo l'incantesimo e risvegliando i gargoyles dopo mille lunghi anni di sonno.
David rivela ai sei gargoyles l'epoca e il luogo in cui si trovano e spiega di aver appreso la loro storia leggendo il Grimorium. Egli propone di essere loro amico, ma il colloquio viene interrotto dall'irruzione di alcuni uomini armati che attaccano il castello. I gargoyles, fedeli al loro dovere di protettori del castello, difendono Xanatos, ma si accorgono che le armi sono molto più pericolose di quelle a cui erano abituati.

Il castello viene seriamente danneggiato dai colpi di arma da fuoco e alcune pietre precipitano sulle sottostanti vie di New York, richiamando l'attenzione della polizia e del tenente Elisa Maza.
Gli assaltatori riescono a rubare ciò che gli interessava e fuggono, ma Xanatos non dà grande peso al furto e cerca di conquistare la fiducia di Golia, che però, memore di quello che è avvenuto mille anni prima, fa fatica a fidarsi nuovamente degli Umani.

PersonaggiModifica

Di seguito sono elencati in ordine alfabetico tutti i personaggi apparsi nell'episodio.

Il risveglio 4

Il Castello di Wyvern viene smontato da Xanatos per poterlo ricostruire a Manhattan.