FANDOM


Il Risveglio (terza parte)
Il risveglio 5
Elisa Maza precipita dal castello alla vista di Golia
Informazioni tecniche
Stagione 1, Episodio 3
Titolo originale Awakening (Part 3)
Prima TV 26 ottobre 1994
Prima TV (Italia) 1996
Durata 19:50
Sceneggiatori
Informazioni personaggi
Personaggi Principali
Nuovi Personaggi
Navigazione Episodi
Precedente Successivo
Il risveglio (prima parte) Il risveglio (quarta parte)
"Avete respinto un attacco? Xanatos lei è un privato cittadino non una nazione"
―Elisa Maza
"Perché voi umani dovete dare un nome a tutto? Niente è reale per voi finché non gli avete dato un nome, un limite"
―Hudson

Il risveglio (seconda parte) è il terzo episodio della serie animata Gargoyles, il risveglio degli eroi.
È stato trasmesso per la prima volta nel 1994 negli Stati Uniti e nel 1996 in Italia.

L'episodio fa parte della saga Il risveglio che raccoglie i primi cinque capitoli. In questo specifico episodio Elisa Maza fa la conoscenza dei gargoyles e diviene loro grande amica.

TramaModifica

Dopo le esplosioni che si sono verificate in cima al palazzo di Xanatos, il detective Elisa Maza insiste per effettuare una perlustrazione, non accontentandosi delle scuse di Owen.
Xanatos ammette di aver respinto un attacco armato da parte di una società rivale che ha cercato di rubare alcune apparecchiature. Intanto che Elisa interroga il miliardario, Lexington, Broadway e Brooklyn fanno alcuni disastri in cucina, che costringono il padrone di casa a intervenire. La detective ha quindi la possibilità di curiosare indisturbata per il castello trovandosi faccia a faccia con Bronx e Golia.
Colta di sorpresa la detective precipita dal parapetto del castello, ma viene salvata proprio dal capo-clan, che le spiega cosa sono i gargoyles e racconta la loro storia. Elisa mostra subito una forte simpatia per il mostro di pietra e si offre per aiutare lui e i suoi amici ad ambientarsi nella New York del ventesimo secolo. I due si danno appuntamento per la notte successiva sul palazzo di fronte.

Dopo che Elisa se n'è andata, Xanatos chiede aiuto a Golia per recuperare i dischi informatici che gli sono stati sottratti dalla squadra che ha fatto irruzione nel castello. La società che ha rubato i dischi è la cyberbiotic, che ha nascosto la refurtiva in tre punti strategici diversi: un centro ricerche su un'isola della baia, in una base nel sottosuolo urbano e all'interno di una fortezza volante costantemente in volo sopra New York.
Golia non è intenzionato a rischiare la vita dei suoi gargoyles per motivi che non capisce e Xanatos gli dice di riflettere sul fatto che i loro nemici potrebbero usare le informazioni rubate per azioni malvagie.

La notte successiva Broadway, Lexington e Brooklyn vanno in esplorazione della città, mentre Golia e Hudson si incontrano con Elisa. È proprio quest'ultima a imporre ad Hudson di scegliersi un nome, fino ad allora il vecchio gargoyles ne era privo com'è tradizione tra la sua gente. Lui decide di chiamarsi proprio come il fiume che bagna la città: Hudson.
Hudson torna a controllare il castello, Elisa mostra New York a Golia. Durante il loro giro il gargoyle salva una coppia da una banda di teppisti, ma i due umani scappano alla vista del mostro, senza ringraziarlo. Lo stesso capita a Lexington e agli altri gargoyles, gli umani infatti non sono abituati ai mostri di pietra.

Mentre Golia ed Elisa stanno passeggiando per Central Park vengono attaccati da una commando militare che immobilizza il capo clan.